Gas per il settore wine

Azoto: caratteristiche tecniche

Prodotto
Azoto
Formula chimica
N2
Titolo
≥ 99.9%
Densità relativa (air = 1)
0.97

Aspetto gas
Incolore
Odore gas
Inodore
Limiti di infiammabilità in aria
Non infiammabile
Altre proprietà
Non tossico, leggermente solubile, scarso conduttore di calore ed elettricità

Azoto e vino, dalla fermentazione all’imbottigliamento

Si presenta sotto forma di gas incolore, inodore, insapore. Ed è inerte: per questa sua proprietà è utilizzato in cantina per preservare il vino dalla perdita di alcune delle sue caratteristiche organolettiche. La degradazione organolettica può essere evitata attraverso l’immissione di azoto nella parte superiore dei serbatoi di stoccaggio, in sostituzione dell’aria.

L’azoto assicura una corretta conservazione del vino riducendo o eliminando la presenza di aria

L’azoto inibisce la proliferazione batterica, riduce gli effetti dannosi dell’umidità e protegge il sistema di conduzione da contaminazioni esterne. Inoltre, in autoclave, aumentando la pressione il gas diventa il motore più semplice e sicuro per ogni travaso o movimentazione del vino verso le fasi successive del processo di lavorazione.

Strippaggio 

L’azoto è in grado di rimuovere l’ossigeno eventualmente già disciolto nel vino. Questa operazione è resa possibile da dispositivi chiamati stripper di linea, attraverso cui il gas viene disperso nel liquido sotto forma di microbolle che catturano l’ossigeno presente.

Imbottigliamento 

L’azoto, utilizzato allo stato liquido o gassoso, permette di eliminare l’aria dalla bottiglia sia prima del riempimento, sia dopo, nello spazio di testa tra tappo e liquido. In questa fase l’azoto permette di aumentare la produttività delle linee di imbottigliamento dei vini spumanti, soprattutto in fase di avviamento.

Azoto SIAD, l’efficienza dell’automazione

L’azoto, uno dei gas industriali più largamente impiegato, è prodotto a livello industriale attraverso il frazionamento dell’aria. Questo processo consiste nella separazione dei vari componenti da cui essa è costituita. Gli attuali impianti di frazionamento dell’aria SIAD hanno raggiunto un elevato livello di automazione e il loro controllo è operato tramite computer. Il sistema di controllo gestisce l’intero ciclo di produzione e la successiva fase di distribuzione del prodotto fino allo stoccaggio o all’utilizzo.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Articoli correlati
Vedi tutti gli articoli
Case study correlati
Vedi tutti i case study
Hai dubbi o curiosità? Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Scrivi un'e-mail a foodandbeverage@siad.eu, ti risponderemo al più presto!

magazine

Chi siamo

Gruppo SIAD, un secolo di storia nella produzione di gas

Tra i principali gruppi chimici italiani, SIAD è leader nella produzione e commercializzazione dell’intera gamma di gas industriali, speciali, medicinali e dei servizi connessi. L’attività si estende a settori in sinergia con quello dei gas, tra cui spiccano Wine, Food and Beverage.